Un luogo fatato in centro a Rimini

Il ponte di Tiberio o come lo chiamano i Riminesi ‘’il ponte del Diavolo’’, crea ancora oggi un collegamento tra Rimini e il caratteristico Borgo Felliniano di San Giuliano. Tale appellativo è legato al mito dell’indistruttibilità di cui nei secoli il Ponte di Tiberio si è fatto scudo.
E’ stata aperta giovedì 22 dicembre 2017, in occasione della prova dell’illuminazione notturna, la nuova “piazza sull’acqua” del ponte di Tiberio. La piazza sull’acqua, e una passeggiata pedonale in legno composito lungo il bordo del bacino che collega Rimini al bellissimo parco Marecchia e di conseguenza al Borgo patria di Fellini. Tutto il perimetro del bacino è ora praticabile attraverso l’inserimento di un percorso in legno composito.

Sono ora pienamente visibili, e usufruibili, i due declivi, impreziositi dall’inserimento di arredi urbani e panchine, presenti ai lati del bacino. Entrambe le scarpate affacciate sull’invaso sono state riconfigurate per ottenere dei terrazzamenti piani raccordati attraverso piccole scarpate a diversa pendenza.
In occasione del Capodanno 2018 il Ponte di Tiberio è stato rivestito da mille diversi colori e accompagnato da musiche celestiali. Le luci sospese lungo la passeggiata hanno realizzato sfumature e barlumi luminosi sull’acqua dando l’impressione di trovarsi in un sogno Dantesco.

Il comune di Rimini nella medesima occasione ha inaugurato il parco attorno al Castel Sismondo.
La nuova distesa di tappeti verdi che circondano l’imponente fortezza Malatestiana rappresenta il primo intervento di riqualificazione volto a riportare in auge la bellezza unica e antica del castello voluto da Sigismondo Pandolfo Malatesta al sesto centenario dalla nascita.

Il 2018 sembra essere un anno decisivo per la città di Rimini, volta a ritornare al suo antico splendore ma con uno sguardo completamente rivolto al futuro.